Frottole e petrolio

Le castronerie di Fioramonti che sproloquia su Eni. Ci sarebbe da ridere, se non fosse che è ministro

Imbarazzante! Dopo la tassa sulle merendine, i crocefissi via dalle scuole, ora Fioramonti pontifica sulle strategie dell’Eni. Si occupi piuttosto degli studenti italiani tra i peggiori nei test Invalsi e degli 80.000 supplenti delle nostre scuole.

Roma. Il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, dice che l’Eni dovrebbe abbandonare l’oil & gas – settore nel quale opera fin dal 1926, quando nacque come Agip – per dedicarsi alla “riconversione totale di tutti gli asset produttivi”. Anzi, “nel 2025 il petrolio dovrà essere un centesimo delle attività di Eni” perché “il petrolio che ha in pancia prima o poi non sarà più una risorsa, ma un costo”.

vai al sito

leggi l’articolo

leggi l’articolo de Il Foglio del 13 dicembre 2019

 

Luigi BobbaFrottole e petrolio