Come parlare di spiritualità nel nostro tempo? Le Acli ne discutono a Bose dal 14 al 16 febbraio

Si terrà presso la comunità monastica del Monastero di Bose, a Magnano in provincia di Biella, l’Incontro Nazionale di Spiritualità delle ACLI.

“Come dire il Vangelo in questo tempo? Come custodire l’umano e insieme la passione per la Parola di Dio? Partiamo da una consapevolezza: la postmodernità sta cambiando radicalmente le istruzioni del vivere e sta mettendo in discussione la trasmissione del Vangelo e allora dovremmo interrogarci, come credenti e come associazione, sul come essere fedeli al Dio di Gesù e nello stesso tempo all’uomo contemporaneo”. Queste le parole di Daniele Rocchetti, Responsabile nazionale Vita Cristiana delle Acli, che ha sottolineato come l’appuntamento di quest’anno sia l’occasione per rimettere a fuoco le responsabilità di un’associazione “che deve aver cura dei lavoratori, deve aver cura della democrazia e deve anche avere cura del Vangelo che è la Buona Notizia anche per l’uomo d’oggi.

Tra venerdì 14 e sabato 15 febbraio interverranno il priore di Bose, Luciano Manicardi, i sociologi Mauro Magatti e Chiara Giaccardi, il teologo don Armando Matteo, l’Assistente spirituale delle Acli, don Giovanni Nicolini, il regista teatrale Gabriele Vacis.

Domenica 16 febbraio è prevista una lectio del fondatore della Comunità Monastica di Bose, Enzo Bianchi e a seguire le conclusioni del Presidente nazionale delle Acli, Roberto Rossini.

vai al programma completo

Luigi BobbaCome parlare di spiritualità nel nostro tempo? Le Acli ne discutono a Bose dal 14 al 16 febbraio
Leggi...

“Crescere insieme proviamo così” di Mauro Magatti

Se si guarda la storia dell’umanità sulla linea del tempo, è facile prendere atto di come degli ultimi secoli abbiamo introdotto una fortissima discontinuità in termini di popolazione, benessere, libertà. Indubbiamente la rivoluzione scientifica, in combinazione con quella industriale, ha cambiato radicalmente la vita di milioni di persone. Diventati bravissimi nella produzione, già nel secolo scorso, ci si è resi conto che occorre imparare a consumare. Per questo la crescita economica della seconda metà del secolo si è strutturata attorno al circuito produzione-consumo che degli anni ’90 è stato sostenuto e accelerato dall’enorme sviluppo finanziario e del conseguente indebitamento. La transizione avviata con la crisi del 2008 ha a che fare esattamente con questo schema, ma anche con i suoi effetti perversi che occorre tenere bene a mente se dalla transizione vogliamo uscire, il più felicemente possibile.

leggi  l’articolo di Mauro Magatti sul Corriere Buone Notizie

Luigi Bobba“Crescere insieme proviamo così” di Mauro Magatti
Leggi...

“LA SCOMMESSA CATTOLICA”: GIACCARDI E MAGATTI PRESENTANO IL LORO LIBRO A VERCELLI

Appuntamento mercoledì 11 dicembre alle 18. Gli autori dialogheranno con mons. Marco Arnolfo, Luigi Bobba e Alfonsina Zanatta

“La scommessa cattolica”: è accattivante il titolo del libro scritto a quattro mani dai coniugi Chiara Giaccardi e Mauro Magatti, noti e apprezzati sociologi che, mercoledì 11 dicembre saranno a Vercelli per presentare la loro ultima fatica letteraria alle 18 nel parlamentino dell’Ovest Sesia in via Duomo, 2. Ancora più indicativo è il sottotitolo scelto per tracciare il percorso che il volume (edito da Il Mulino) intende seguire: “C’è ancora un nesso tra il destino delle nostre società e le vicende del cristianesimo?”. Una domanda impegnativa che parte da alcuni dati di fatto: il cristianesimo ha oltre duemila anni di storia alle spalle, conta un miliardo e 300 milioni di fedeli in crescita grazie alla spinta demografica dei paesi del Sud del mondo. Eppure In Occidente il destino della fede deve misurarsi con un passato in cui si sono intrecciati cristianesimo, modernità, secolarizzazione, e con un presente che vede convivere progresso scientifico e religioni fai-da-te. In che modo allora la Chiesa potrà stare al passo con la vicenda moderna di cui è stata una matrice, ma che oggi la mette in difficoltà? C’è ancora posto per domande che non si esauriscano nelle promesse della tecno-scienza? E, d’altro canto, che futuro ha una modernità che recida completamente il dialogo con la religione?

Chiara Giaccardi insegna Sociologia e Antropologia dei Media presso l’Università Cattolica di Milano, dove dirige anche la rivista «Comunicazioni Sociali». Mauro Magatti Insegna Sociologia presso l’Università Cattolica di Milano. È editorialista del «Corriere della Sera».

Nel corso della serata dell’11 dicembre i due autori dialogheranno con l’arcivescovo di Vercelli, mons. Marco Arnolfo, Luigi Bobba e Alfonsina Zanatta. Modererà il direttore del Corriere eusebiano, Luca Sogno.

Luigi Bobba“LA SCOMMESSA CATTOLICA”: GIACCARDI E MAGATTI PRESENTANO IL LORO LIBRO A VERCELLI
Leggi...

Il futuro della politica è investire sulla persona

Le ricerche in questi ultimi anni sono concordi nel cogliere il cronicizzarsi del malessere che colpisce ampi strati della società. Dati confermati da una indagine SWG presentata in questi giorni a Bertinoro, all’appuntamento annuale del terzo settore italiano. L’insoddisfazione verso la propria condizione economica (il 42% la ritiene peggiorata negli ultimi anni) si traduce in sentimento di abbandono

leggi l’articolo di Mauro Magatti sul Corriere della Sera del 21 ottobre 2019

Luigi BobbaIl futuro della politica è investire sulla persona
Leggi...

Chiesa, modernità e secolarizzazione La fede cristiana è un’eterna ricerca

Esce il 22 agosto il saggio di Chiara Giaccardi e Mauro Magatti sulla presenza sociale
dei cattolici (il Mulino): oggi serve il coraggio di farsi pellegrini nel mondo

leggi la recensione di Ferruccio de Bortoli sul Corriere della Sera

 

Luigi BobbaChiesa, modernità e secolarizzazione La fede cristiana è un’eterna ricerca
Leggi...

La sfida di costruire un mondo di relazioni

Si tratta di riconoscere che ogni individuo esiste solo in rapporto alla comunità e la società nella quale vive; che ogni territorio e ogni paese si colloca nel quadro di ineliminabili vincoli internazionali e planetari; che nessuno si può salvare da solo

leggi l’articolo di Mauro Magatti sul Corriere della Sera

Luigi BobbaLa sfida di costruire un mondo di relazioni
Leggi...

La sfida della famiglia è il futuro, non il passato

Potrà sopravvivere se saprà rilegittimarsi come nodo di relazioni dove la differenza — tra i generi e le generazioni — non si trasforma in disuguaglianza e dominio ma riesce a essere elaborata a vantaggio della libertà di tutti

leggi il commento di Mauro Magatti

 

Luigi BobbaLa sfida della famiglia è il futuro, non il passato
Leggi...

Mauro Magatti: “Sturzo: un popolarismo che genera civismo e libertà”

Lo scorso 18 gennaio abbiamo ricordato i 100 anni dall’Appello ai «liberi e forti» di Don Luigi Sturzo, con cui nasce il partito popolare. Quali idee, presenti in quel testo, hanno ancora la forza di generare dei cambiamenti sul piano sociale e politico? Quali istanze sono ancora attuali?

leggi l’intervista

Luigi BobbaMauro Magatti: “Sturzo: un popolarismo che genera civismo e libertà”
Leggi...