Bobba candidato del Pd alle Europee

«Mi è stato chiesto da più versanti: per ora sto valutando la mia candidatura», si limita a dire, interpellato, Bobba.

Nella rosa di nomi che il Partito Democratico proporrà a Bruxelles per le prossime elezioni europee c’è anche quello dell’ex sottosegretario al Welfare Luigi Bobba. Ancora tutto è in via di definizione, compresa la disponibilità dell’ex presidente nazionale delle Acli a far parte della lista Dem insieme con gli uscenti Mercedes Bresso e Daniele Viotti, che venerdì sarà in tour elettorale a Vercelli e Trino.
«Mi è stato chiesto da più versanti: per ora sto valutando la mia candidatura», si limita a dire, interpellato, Bobba. Che nel novembre scorso aveva rinunciato a candidarsi alla segreteria regionale del Partito Democratico, fonte, a quanto pare, di divisioni all’interno di una sinistra già parecchio frammentata.
Sul fronte cittadino invece c’è da registrare la discesa in campo di Carlo Riva Vercellotti, che si propone come candidato in Consiglio comunale a sostegno dell’aspirante sindaco Andrea Corsaro. Dopo alcuni giorni di silenzio, Riva spiega i motivi per i quali ha rinunciato alla richiesta della coalizione di centrodestra di candidarsi a sindaco di Vercelli: «Mi è stato chiesto di pensarci – dice il presidente della Provincia -. Ho ascoltato tutti, ma credo non sia possibile fare il sindaco del capoluogo e al tempo stesso fare il presidente della Provincia, il vice presidente dell’Unione delle Province d’Italia, seguire i tanti compiti e ruoli ad essa collegati, fare il papà, il marito, portare avanti le imprese e gli interessi di famiglia. Non si può fare tutto e finire poi per farlo male».
Poi Riva prosegue: «Fare incetta di incarichi prestigiosi e totalizzanti sarebbe un gesto poco responsabile da parte mia, con il duplice risultato di fare male sia in Provincia sia in Comune, tradendo così la fiducia degli elettori. Non mi sottraggo alle responsabilità ed ai tanti segnali di stima nei miei confronti, ed è per questo che darò il mio contributo candidandomi in Consiglio comunale».

scarica l’articolo de La Stampa del 13.03.2019

 

 

Luigi BobbaBobba candidato del Pd alle Europee
Leggi...

Caro Macron, la “rEUnaissance” è la via da seguire

Non si può non esser d’accordo con l’appello del Presidente Macron a favore di un Rinascimento europeo. In questi 60 anni di pace l’Europa ha già realizzato tante conquiste, ma oggi non possiamo più darla per scontata e dobbiamo fare tutto il possibile per preservarla. È un fatto incontestabile che da tanti secoli il nostro continente non viveva un così lungo periodo di pace ininterrotta. Analogamente, il nostro mercato unico, malgrado gli alti e bassi dell’economia (la crisi petrolifera degli anni settanta e la crisi, estremamente grave e duratura, del 2007), ha generato crescita economica e prosperità.

leggi l’articolo

Luigi BobbaCaro Macron, la “rEUnaissance” è la via da seguire
Leggi...

Terzo settore, definiti i limiti per i ricavi da “attività diverse”

Stabiliti con un decreto discusso nella Cabina di regia i criteri che ne regolano la natura “strumentale”: non si considera l’oggetto ma solo la funzione di sostegno alle finalità istituzionali. Precisate anche le percentuali dei ricavi per qualificarle. Tra i costi, anche quello figurativo dell’azione volontaria. Ecco come funziona

leggi l’articolo

Luigi BobbaTerzo settore, definiti i limiti per i ricavi da “attività diverse”
Leggi...

Acli, una scuola per insegnare i mestieri ai giovani del Mozambico

«Olio di palma, banane, sim cardcover dei cellulari, gli uni accanto alle altre sulle bancarelle del mercato di Maputo, rappresentano già a prima vista le contraddizioni di uno dei Paesi più poveri del continente africano». È appassionato il racconto di Roberto Rossini, presidente delle Acli, di ritorno dal Mozambico

leggi l’intervista su l’Avvenire

 

Luigi BobbaAcli, una scuola per insegnare i mestieri ai giovani del Mozambico
Leggi...

Sandro Gozi: “Rinascimento europeo!”

Con grande coraggio e visione, oggi @EmmanuelMacron rilancia l’Europa: l’Europa dei cittadini, della partecipazione popolare e della democrazia, che moltiplichi protezioni, sicurezze e libertà per gli Europei

 

Luigi BobbaSandro Gozi: “Rinascimento europeo!”
Leggi...

Del Conte: “Da Di Maio pressioni insostenibili. Anpal non è responsabile dei ritardi sul reddito”

L’ex presidente dell’Agenzia per il lavoro: “Con una lettera il ministro mi intimò di fare presto con l’assunzione di 6 mila navigator, ho risposto che serviva l’intesa con le Regioni”

leggi l’intervista

 

 

Luigi BobbaDel Conte: “Da Di Maio pressioni insostenibili. Anpal non è responsabile dei ritardi sul reddito”
Leggi...

Il volontariato non è la ruota di scorta dello Stato

Luigi Bobba, padre della riforma del terzo settore, spiega i vantaggi del registro del no profit. “Il volontariato non è la ruota di scorta dello Stato. Ma se morissero le associazioni la vita della nostra città sarebbe fortemente impoverita”

Sposato, due figlie, classe 1955, Luigi Bobba è uno dei padri della riforma del terzo settore, nel cui ambito ha speso gran parte dell’attività professionale e politica: vicesegretario dei giovani delle Acli negli anni ‘80, responsabile delle attività dei servizi e del lavoro delle Acli a Roma, nel 1994 vice-presidente nazionale delle Acli e presidente dal ‘98 al 2006. Portavoce del forum del terzo settore nel ‘97-’98, uno dei soci fondatori di Banca Etica e vice-presidente per due mandati, creatore 25 anni fa con la Fiera di Verona di Job&Orienta, occasione che metteva insieme quello che oggi è compreso sotto il cappello dell’alternanza scuola-lavoro e apprendistato formativo, un incontro fra le imprese, la formazione, la scuola e il lavoro. 

leggi l’intervista

Luigi BobbaIl volontariato non è la ruota di scorta dello Stato
Leggi...