Riforma del Terzo settore e Servizio civile. Date anima sociale all’azione di governo

Sulla riforma del Terzo settore, c’è il rischio che il Conte Secondo faccia peggio del Conte Primo? La domanda non è né retorica, né polemica.

Caro direttore,
sulla riforma del Terzo settore, c’è il rischio che il Conte Secondo faccia peggio del Conte Primo? La domanda non è né retorica, né polemica. Sono i fatti a parlare e a generare preoccupazioni tutt’altro che infondate. Ma andiamo con ordine. Nella legge di bilancio ora in discussione al Senato, ci sono tagli per il 2020 di 10 milioni di euro sulla dotazione finanziaria strutturale della legge di riforma del Terzo settore. Dopo la riduzione di tre milioni nel 2019, avremo nel 2020 un ulteriore diminuzione dei fondi a disposizione. Se poi si considera che per effetto delle norme di attuazione non ancora emanate (in particolare quelle di natura fiscale), si sono risparmiati circa 50 milioni nell’anno 2019, si può ben capire che la strada imboccata, prima dal Governo gialloverde e ora dall’esecutivo giallorosso, non è certo quella giusta. Per di più, il taglio nella legge di bilancio dello scorso anno (e non modificato nell’attuale testo), sul Registro Unico del Terzo settore, va a indebolire il principale strumento per l’avvio definitivo della riforma. Per il Servizio civile la sforbiciata è ancora più pesante.

leggi la lettera di Luigi Bobba su Avvenire del 6 dicembre 2019

scarica l’articolo

Luigi BobbaRiforma del Terzo settore e Servizio civile. Date anima sociale all’azione di governo
Leggi...

L’economia sociale? Sempre più strategica in Europa

«Se l’ambizione di realizzare davvero il Pilastro Sociale vuole essere concreta ora serve la promozione di forme di collaborazione inclusiva tra Istituzioni Pubbliche e attraverso provvedimenti che sostengano davvero forme di programmazione, progettazione e gestione partecipata e condivisa», sottolinea Giuseppe Guerini, presidente di CECOP-CICOPA Europe

“Nel mio intervento ho sottolineato che effettivamente l’intero pacchetto relativo al Public Procurement del 2014 rappresenta un punto di svolta importante nell’orientamento delle politiche dell’Unione Europea in tema di regolazione dei mercati e di riconoscimento del ruolo delle imprese dell’economia sociale. Anche se molto rimane da fare rispetto ad una piena attuazione sul piano operativo sia nelle normative degli Stati membri, sia nell’applicazione da parte delle autorità locali.”

leggi l’articolo di Giuseppe Guerrini su Vita.it

 

Luigi BobbaL’economia sociale? Sempre più strategica in Europa
Leggi...

INHASSORO / Luigi Bobba racconta il suo ultimo viaggio in terra africana

Estrela do mar: un progetto che continua in un Mozambico che cresce e cambia

Sono trascorsi più di 17 anni da quando ho cominciato a frequentare il Mozambico ed è iniziata l’avventura della Estrela do mar, la scuola professionale avviata dalle Acli insieme a don Pio Bono e Caterina Fassio missionari vercellesi ad Inhassoro e poi costantemente accompagnata da Acli e Ipsia Vercelli. (continua)

leggi la prima parte su Corriere Eusebiano del 9 novembre 2019

leggi la seconda parte

Luigi BobbaINHASSORO / Luigi Bobba racconta il suo ultimo viaggio in terra africana
Leggi...

[video] Luigi Bobba, Presidente del Comitato Global Inclusion Art. 3

C’è un antico proverbio cinese che dice che quando soffia il vento del cambiamento alcuni costruiscono muri, altri costruiscono mulini a vento. Ecco, Global Inclusion è un mulino a vento: la capacità di raccogliere l’energia di un cambiamento che c’è nella realtà e trasformarla in pratiche, comportamenti, cultura.

dalla mia testimonianza di Presidente del Comitato Global Inclusion Art. 3 all’evento Comitato Global Inclusion dell’11 settembre 2019 a Bologna

vai al video

 

Luigi Bobba[video] Luigi Bobba, Presidente del Comitato Global Inclusion Art. 3
Leggi...

Il Lions Club Fasano Egnazia spiega la normativa sul Terzo Settore VIDEO

Si è svolto ieri, giovedì 7 novembre, nella Sala di Rappresentanza di Palazzo di Città l’incontro dal titolo “Economia Civile e Terzo Settore. Analisi e prospettive della riforma legislativa” organizzato dal Lions Club Fasano Egnazia.

leggi l’articolo

vai al video

Luigi BobbaIl Lions Club Fasano Egnazia spiega la normativa sul Terzo Settore VIDEO
Leggi...

Servizio civile universale, prorogati i termini delle domande

Una settimana in più: i candidati dovranno sceglie tra i 3.735 progetti approvati lo scorso agosto. Sono 39.646 le posizioni disponibili. Rimborsi da 433 euro al mese

Sono stati prorogati di una settimana i termini (in scadenza giovedì 10 ottobre) per la presentazione delle domande per diventare operatori volontari del Servizio Civile Universale (Scu), che quest’anno — come si legge sul sito della presidenza del Consiglio dei ministri — offre 39 mila e 646 posizioni (con un calo del 30%, dato che erano 53.363 nel 2018) per giovani tra i 18 e i 28 anni. Per il 2019 i progetti valutati da Dipartimento delle Politiche Giovanili e Servizio Civile Universale potranno dunque essere ancora presentati fino alle 14 di giovedì 17 ottobre, esclusivamente online. Possono partecipare ai bandi i cittadini dell’Unione Europea e gli stranieri che soggiornano regolarmente in Italia.

leggi l’articolo del Corriere della Sera del 10 ottobre 2019 

Luigi BobbaServizio civile universale, prorogati i termini delle domande
Leggi...