Altro che bonus e sussidi, ai giovani serve lavoro e formazione

Leggi l’articolo di Maurizio del Conte su Il foglio del 3 settembre 2020

 

Luigi BobbaAltro che bonus e sussidi, ai giovani serve lavoro e formazione
Leggi...

Chi prende in giro il Terzo settore? Le ipocrisie e i falsi alleati

Il capitale sociale del Paese durante la crisi ha fatto la differenza, ma ha falsi alleati e molte criticità sono irrisolte. La Riforma non è del tutto attuata e manca una politica specifica sulla «social economy» su cui l’Europa ha messo attenzione

A parole sono tutti d’accordo. Il capitale sociale italiano è la polizza assicurativa del Paese e il volontariato la spina dorsale della cittadinanza. Il Bene però ha due nemici: il conformismo e l’ipocrisia. E, dunque, troppi falsi alleati. Nel momento in cui Buone Notizie, dopo la pausa estiva, riprende il suo percorso, vorremmo rivolgere al governo e alla maggioranza che lo sostiene una semplice domanda. «Il futuro del Terzo Settore è tra le vostre priorità o lo state soltanto prendendo in giro con false promesse e pacche sulle spalle?». Chiediamo scusa per la brutalità del quesito ma spesso la sintesi estrema è indispensabile alla chiarezza.

leggi l’articolo di Ferruccio De Bortoli su Corriere Buone Notizie del 31 agosto 2020

Luigi BobbaChi prende in giro il Terzo settore? Le ipocrisie e i falsi alleati
Leggi...

Il debito buono si può fare. L’agenda Draghi declinata dal prof. Fortis

L’economista della Cattolica e della Fondazione Edison: inutile vivacchiare, indebitarsi in modo produttivo vuol dire investire, fare porti, Alta Velocità e scuole, anche ricorrendo al Mes. Rubare il futuro ai giovani? Serve una prospettiva, a che serve studiare legge se la giustizia non funziona?

leggi l’articolo su Formiche.net del 19 agosto 2020

Luigi BobbaIl debito buono si può fare. L’agenda Draghi declinata dal prof. Fortis
Leggi...

«A partire da Gesù lavoratore»

Il 7 agosto è la festa di san Gaetano da Thiene. In questo giorno centinaia di migliaia di fedeli si recano nella zona periferica della città di Buenos Aires, nel quartiere Liniers, al santuario dove è conservata la statua del santo. Qui, baciando il vetro della piccola nicchia che contiene la statua, la gente chiede «pane e lavoro». In quel giorno di festa, ogni anno, l’allora arcivescovo Bergoglio predicava sempre a favore di lavoratori e disoccupati.

Luigi Bobba«A partire da Gesù lavoratore»
Leggi...

Per frenare la perdita di posti di lavoro servono più contratti a tempo determinato

Si moltiplicano i progetti, ma non c’è ancora un piano, su come spendere i soldi del Recovery Fund. Nel frattempo la politica economica del governo è ferma alla fase uno. Mentre lunedì veniva annunciata un’ambiziosa riforma degli ammortizzatori sociali, gli atti di governo registrano solo il varo di un decreto tappabuchi.

articolo di Tito Boeri su Repubblica del 16 giugno 2020

 

Luigi BobbaPer frenare la perdita di posti di lavoro servono più contratti a tempo determinato
Leggi...

Regolarizzare i braccianti è una questione di dignità

Il ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova è più che mai determinata nell’introdurre un permesso di soggiorno per sei mesi, rinnovabile, per le oltre 600 mila persone che lavorano “in nero” nel settore agricolo. Al di là delle polemiche politiche la proposta ha già ricevuto la benedizione di Papa Francesco. Mediterranean Hope: “ E’ un dovere sociale ma anche un vantaggio per gli italiani in termini di sicurezza sanitaria”

leggi l’articolo di Alessandro Puglia su Vita.it del 6 maggio 2020

 

Luigi BobbaRegolarizzare i braccianti è una questione di dignità
Leggi...

Articolo 18, con il Jobs Act calano i licenziati, 80mila in meno

Quando uno meno se l’aspetta ecco che ritorna il dibattito sull’articolo 18. E non tanto perché quest’anno si celebra il cinquantennale della legge 300, lo Statuto dei lavoratori, che, appunto, all’articolo 18 introduceva il diritto al reintegro nel posto di lavoro per gli addetti delle aziende con almeno 15 dipendenti licenziati senza giusta causa.

leggi l’analisi di Enrico Marro su L’Economia del Corriere del 9 gennaio 2020

Luigi BobbaArticolo 18, con il Jobs Act calano i licenziati, 80mila in meno
Leggi...

Lavoro a tempo: servono politiche, non divieti

Il a termine aumenta ma nessuno ne parla, certi che bastino le vecchie ricetta. Ma il mondo è cambiato e servono politiche nuove. Ne scrivo oggi sul .

Francesco Seghezzi, il Sole 24 Ore, 10 gennaio 2020

 

 

Luigi BobbaLavoro a tempo: servono politiche, non divieti
Leggi...

Il dibattito sul ritorno alle vecchie regole tecnicamente immotivato

Il “ritorno all’art. 18” sarebbe inutile e persino dannoso per i lavoratori: su di oggi provo a spiegare perché questo dibattito è fondato su suggestioni sbagliate e non serve a nulla (a parte raccogliere qualche like e qualche titolo di giornale)

Giampiero Falasca, 11 gennaio 2020

 

Luigi BobbaIl dibattito sul ritorno alle vecchie regole tecnicamente immotivato
Leggi...

“Pil, quando l’Italia fa meglio della Germania”, Marco Fortis su Il Sole 24 Ore

Occorre evitare conclusioni approssimative su dieci lunghi anni che non sono stati affatto omogenei tra loro bensì nettamente divisi in due tronconi: un primo periodo di forte crisi (2010-14) e un secondo di significativa crescita (2015-18), addirittura la più forte crescita che l’Italia abbia mai sperimentato da quando è cominciata la circolazione monetaria dell’euro

leggi l’articolo di Marco Fortis su Il Sole 24 Ore 

Luigi Bobba“Pil, quando l’Italia fa meglio della Germania”, Marco Fortis su Il Sole 24 Ore
Leggi...