Enrico Borghi (Pd): “Pronto Soccorsi: possibile valutare soluzioni alternative?”

10:34 (AGI) – Verbania, 20 mar – Sulla questione della chiusura dei cosiddetti ”Pronto Soccorso a minore accesso” del Piemonte per liberare medici e operatori sanitari da destinare all’emergenza Covid-19 interviene con un post sul suo profilo Facebook il deputato ossolano del Pd Enrico Borghi.” Non dobbiamo in alcun modo cadere – scrive Borghi – nella logica del “tanto peggio, tanto meglio” che purtroppo contraddistingue in troppi casi chi sta all’opposizione. E vanno capite le difficoltà del momento, perchè la situazione è davvero drammatica e bisogna far fronte in tutti modi all’emergenza”. Il parlamentare Dem aggiunge due osservazioni. ”La prima – scrive – è che bisogna coinvolgere i sindaci dei territori. Sarebbe fin troppo facile fare spicciola propaganda politica, e far rilevare che il sindaco di uno dei comuni interessati (Borgosesia) è un parlamentare della stessa parte politica dell’assessore regionale. Preferisco evitare. Però, soprattutto nei momenti difficili, i Sindaci -che peraltro sono le autorità sanitarie del territorio- vanno coinvolti, tenuti vicino, ascoltati!”. Sul casi specifico del pronto soccorso di Borgosesia, Borghi aggiunge: “Conosco da vicino il territorio della Valsesia, e faccio fatica ad immaginare che sia sostenibile obbligare una popolazione così diffusa su un territorio montano di quella complessità a ricorrere -per interventi di urgenza- a presidi sanitari distanti oltre un’ora, un’ora e mezza di auto! Non è possibile trovare una soluzione alternativa per Borgosesia, consentendo al pronto soccorso di rimanere aperto e articolando in maniera differente l’organizzazione sanitaria del presidio riducendo o chiudendo servizi e/o reparti non indispensabili? Lo dico – conclude – in puro intento collaborativo, per cercare di fornire un contributo positivo come a mio avviso dovrebbero in questi giorni fare tutti i responsabili istituzionali, assessori regionali in testa. Il rischio, diversamente, è quello di scaricare sui territori periferici un peso che non sarebbero in grado di portare”. (AGI) NO2/DAN
Luigi BobbaEnrico Borghi (Pd): “Pronto Soccorsi: possibile valutare soluzioni alternative?”
Leggi...

Rinviato a data da destinarsi l’incontro con il vice Ministro dell’Economia Antonio MISIANI

Dato il protrarsi delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 diramate dalle autorità pubbliche in materia, si è reso necessario rinviare a data da destinarsi l’incontro con il vice Ministro dell’Economia Antonio MISIANI, già programmato per il 2 marzo e riprogrammato per lunedì 9, al Parlamentino dell’Ovest Sesia in via Duomo 2 a Vercelli.

Appena possibile, informerò sulla riprogrammazione dell’evento.

Grazie

 

Luigi BobbaRinviato a data da destinarsi l’incontro con il vice Ministro dell’Economia Antonio MISIANI
Leggi...

«Regolamentazione del Terzo Settore», l’on. Bobba ospite del Circolo PD

Nel pomeriggio di sabato 22 febbraio, nella sede del Circolo PD di Borgosesia, si è tenuto un incontro con l’ex sottosegretario del Lavoro e delle Politiche Sociali on. Luigi Bobba, uno dei padri del Decreto Legislativo n. 117, con tema «Regolamentazione del Terzo Settore».

scarica l’articolo del Corriere Valsesiano del 20 febbraio 2020, pag. 15

 

Luigi Bobba«Regolamentazione del Terzo Settore», l’on. Bobba ospite del Circolo PD
Leggi...

Lunedì 9 marzo, “Italia 2020: legge di bilancio”. Incontro con il Vice Ministro all’Economia Antonio Misiani

È posticipato a lunedì 9 marzo alle ore 17:30 l’incontro, organizzato dal PD Vercelli-Valsesia, con il viceministro dell’Economia Antonio MISIANI, presso il parlamentino dell’Ovest Sesia a Vercelli in via Duomo 2.

L’incontro rappresenta un’occasione importante per mettere a fuoco, con chi ha seguito da vicino la formazione della Legge di bilancio 2020, i contenuti del principale provvedimento di programmazione e indirizzo delle politiche del Paese.

Opportunità di crescita per le imprese, interventi in campo ambientale, nuove risorse per l’istruzione e meno tasse per lavoratori e famiglie saranno i temi principali dell’intervento del viceministro MISIANI. Il Governo può e deve farsi carico delle istanze che vengono dai territori, specialmente da quelli – come il nostro – dove le ombre sembrano prevalere sulle luci.

Il viceministro MISIANI si soffermerà anche sulla nuova e articolata agenda che il Governo sta predisponendo per sbloccare i tanti cantieri di opere pubbliche fermi da tempo; per definire un piano nazionale del lavoro che presti particolare attenzione alle giovani generazioni e infine per introdurre una misura universale di sostegno alla natalità e alle famiglie attraverso l’assegno unico per i figli.

Luigi BobbaLunedì 9 marzo, “Italia 2020: legge di bilancio”. Incontro con il Vice Ministro all’Economia Antonio Misiani
Leggi...

La riforma del Terzo settore. Opportunità di crescita per il volontariato, l’associazionismo e le imprese sociali

La riforma del Terzo settore. Opportunità di crescita per il volontariato, l’associazionismo e le imprese sociali

Sabato 22 febbraio 2020 ore 14:30 presso il circolo PD di Borgosesia (Vc) via A. Giordano, 35

scarica la locandina

Luigi BobbaLa riforma del Terzo settore. Opportunità di crescita per il volontariato, l’associazionismo e le imprese sociali
Leggi...

Come parlare di spiritualità nel nostro tempo? Le Acli ne discutono a Bose dal 14 al 16 febbraio

Si terrà presso la comunità monastica del Monastero di Bose, a Magnano in provincia di Biella, l’Incontro Nazionale di Spiritualità delle ACLI.

“Come dire il Vangelo in questo tempo? Come custodire l’umano e insieme la passione per la Parola di Dio? Partiamo da una consapevolezza: la postmodernità sta cambiando radicalmente le istruzioni del vivere e sta mettendo in discussione la trasmissione del Vangelo e allora dovremmo interrogarci, come credenti e come associazione, sul come essere fedeli al Dio di Gesù e nello stesso tempo all’uomo contemporaneo”. Queste le parole di Daniele Rocchetti, Responsabile nazionale Vita Cristiana delle Acli, che ha sottolineato come l’appuntamento di quest’anno sia l’occasione per rimettere a fuoco le responsabilità di un’associazione “che deve aver cura dei lavoratori, deve aver cura della democrazia e deve anche avere cura del Vangelo che è la Buona Notizia anche per l’uomo d’oggi.

Tra venerdì 14 e sabato 15 febbraio interverranno il priore di Bose, Luciano Manicardi, i sociologi Mauro Magatti e Chiara Giaccardi, il teologo don Armando Matteo, l’Assistente spirituale delle Acli, don Giovanni Nicolini, il regista teatrale Gabriele Vacis.

Domenica 16 febbraio è prevista una lectio del fondatore della Comunità Monastica di Bose, Enzo Bianchi e a seguire le conclusioni del Presidente nazionale delle Acli, Roberto Rossini.

vai al programma completo

Luigi BobbaCome parlare di spiritualità nel nostro tempo? Le Acli ne discutono a Bose dal 14 al 16 febbraio
Leggi...

«Decreto Salvini, fonte di insicurezza». Luigi Bobba: «Alimenta l’illegalità, il contrario di quanto si voleva»

Gli effetti del Decreto Salvini sulla sicurezza si fanno sentire sui piccoli centri di accoglienza degli immigrati, che non partecipano più ai bandi sulla distribuzione dei richiedenti asilo. Perché? Quali problematiche ha generato la disposizione del leader leghista nel periodo del governo con i 5 Stelle, quando era ministro dell’Interno? Ne parliamo con Luigi Bobba, “padre” del terzo settore.

Che cosa sta succedendo nel sistema dell’accoglienza degli immigrati?

Il Decreto Salvini e la Circolare del 2018 che definisce le forme ma anche le risorse destinate all’accoglienza hanno generato due problematiche importanti.

leggi l’intervista su La Sesia di venerdì 24 gennaio 2020

Luigi Bobba«Decreto Salvini, fonte di insicurezza». Luigi Bobba: «Alimenta l’illegalità, il contrario di quanto si voleva»
Leggi...

Da “mostro” a “governo di necessità” Il Conte Bis visto dai politici vercellesi

«Anche se le due forze principali di questo nuovo governo – spiega Bobba – si sono combattute aspramente, questo stato di necessità giustifica una scelta simile, seppur rischiosa, ma che può rimettere in carreggiata un Paese che esce da un governo disastroso e da una deriva sovranista che ha isolato l’Italia. Conteranno le scelte programmatiche e le persone»

leggi l’articolo de LaStampa del 30 agosto 2019

 

Luigi BobbaDa “mostro” a “governo di necessità” Il Conte Bis visto dai politici vercellesi
Leggi...