Signorili si nasce

Luca Ricolfi racconta l’Italia: un Paese diventato società signorile di massa e che vive al di sopra delle proprie possibilità. Ma fino a quando?

Luca Ricolfi, sociologo, classe 1950, insegna Analisi dei dati nell’Università di Torino ed è Presidente e responsabile scientifico della Fondazione David Hume. È uno dei pochi che ci stanno capendo qualcosa e che sa anche dirlo numeri alla mano. Il suo ultimo lavoro si intitola La società signorile di massa, in libreria con La Nave di Teseo.

leggi l’intervista di Gabriele Ferraresi su Luz

Luigi BobbaSignorili si nasce
Leggi...

“Attentati alla spiritualità cristiana” di Enzo Bianchi

Jesus – La Bisaccia del mendicante – gennaio 2020 di ENZO BIANCHI

Risuona ormai come un adagio frequente la denuncia della fine delle religioni tradizionali, e dell’idea stessa di religione, e il parallelo imporsi, soprattutto nelle nostre terre dell’Occidente, della spiritualità o delle spiritualità, al plurale.

leggi l’articolo Enzo Bianchi

scarica l’articolo

Luigi Bobba“Attentati alla spiritualità cristiana” di Enzo Bianchi
Leggi...

Il riformismo comunitario – Popolarismo VS Populismo. Torino, 11 gennaio 2020

Il riformismo comunitario – Popolarismo VS Populismo
Programma:
Popolarismo VS Populismo
Pierluigi Castagnetti, Francesco Occhetta

Il riformismo comunitario, proposte e leggi
Stefano Lepri, Leonardo Becchetti

Tavola rotonda: Le vere attese del popolo
Enrico Borghi, Gianpiero Dalla Zuanna,
Rosa Maria Di Giorgi, Antonio Viscomi
moderati da Gianfranco Morgando

Un PD di popolo e di comunità
Maurizio Martina, Andrea Orlando
intervistati da Monica Canalis

Conclusioni di Graziano Delrio

Luigi BobbaIl riformismo comunitario – Popolarismo VS Populismo. Torino, 11 gennaio 2020
Leggi...

Alla scuola «Estrela do Mar» di Inhassoro si studia e si riparano gli elettrodomestici

Natale alla scuola «Estrela do Mar» di Inhassoro, fulcro della missione delle Acli di Vercelli in Mozambico, è tempo di esami e di importanti novità.

Su tutte, quella di coinvolgere gli studenti nella manutenzione e nella riparazione dei piccoli elettrodomestici, un modo per essere protagonisti diretti nella vita di comunità di tutti i giorni, oltre naturalmente all’importanza dello studio.
A illustrare l’importante iniziativa è Luigi Bobba, uno dei principali artefici della missione.

Notizia Oggi Vercelli, 23 dicembre 2019, pagina 19

Luigi BobbaAlla scuola «Estrela do Mar» di Inhassoro si studia e si riparano gli elettrodomestici
Leggi...

Il gran discorso di Tony Blair su cosa deve essere la sinistra

L’ex leader laburista, eletto tre volte consecutive premier del Regno Unito, torna a criticare la leadership di Corbyn dopo la peggiore sconfitta del suo partito dal 1935. Ecco la sua ricetta per tornare a vincere e governare

leggi il discorso tradotto dalla redazione de Linkiesta

 

Luigi BobbaIl gran discorso di Tony Blair su cosa deve essere la sinistra
Leggi...

I giovani inglesi non hanno votato Johnson

Davvero impressionante la distribuzione del voto in Inghilterra secondo l’eta

I giovani inglesi non hanno votato Johnson, perché la sua politica è contro il loro futuro, a favore delle generazioni adulte, egoiste, incapaci di abbandonare un modello di consumo insostenibile. Ma la politica contro i giovani è contro il futuro del pianeta

Luigi BobbaI giovani inglesi non hanno votato Johnson
Leggi...

Escola Estrela do Mar: non solo luogo di apprendimento ma anche laboratorio per fare cose utili per la comunità

Alla Estrela do Mar di Inhassoro stanno per terminare gli esami. Con il Natale, infatti, si conclude l’anno scolastico ed è tempo di risultati e di bilanci.

Dal vicedirettore dell’Istituto Tecnico Industriale (creato dalle Acli e dai nostri missionari vercellesi), Celso Guissemo, ricevo una documentazione su un progetto particolarmente originale che è stato realizzato in questo anno 2019. Si chiama “Provare a fare manutenzione e riparazione di piccoli elettrodomestici”. Ha visto coinvolti 54 studenti (di cui 6 ragazze) del corso di “elettricità industriale” guidati da tre formatori e si è svolto con un modulo della durata di quattro mesi. Di che si tratta? Innanzitutto gli studenti sono stati sensibilizzati a raccogliere dalle loro famiglie e dalla comunità di Inhassoro dei piccoli elettrodomestici non più funzionanti ma ancora in buono stato. Sessantatré famiglie hanno accettato di far pervenire alla scuola piccoli elettrodomestici di varia natura: dai ferri da stiro ai ventilatori; dai fornelli elettrici ai frullini; da lampade a basso consumo a lettori cd; e anche qualche decoder TV o amplificatori; e perfino una pompa per l’acqua. I ragazzi,seguiti dai formatori, si sono messi al lavoro hanno riparato 104 dei 115  elettrodomestici che erano stati consegnati,  più del 90% del totale. Il progetto ha dunque conseguito un duplice risultato: i ragazzi hanno verificato sul campo che possono applicare le conoscenze che hanno imparato a scuola e che le loro competenze sono importanti per trovare un lavoro. Le famiglie hanno visto che la scuola può, oltre essere un luogo di apprendimento, diventare un laboratorio per fare cose utili per la comunità. Il valore del lavoro di riparazione effettuato può essere quantificato in circa 30.000 meticais (circa 450 euro). Ma il valore più importante sta nel fatto che i ragazzi si sono resi conto che le loro competenze sono effettive  e la comunità di Inhassoro ha percepito quanto l’investimento nella scuola sia una risorsa decisiva per il futuro dei propri giovani. Insomma attraverso la riparazione e il riuso di questi oggetti, si è anche dato vita ad un piccolo esperimento di economia circolare.

 

Luigi BobbaEscola Estrela do Mar: non solo luogo di apprendimento ma anche laboratorio per fare cose utili per la comunità
Leggi...

Frottole e petrolio

Imbarazzante! Dopo la tassa sulle merendine, i crocefissi via dalle scuole, ora Fioramonti pontifica sulle strategie dell’Eni. Si occupi piuttosto degli studenti italiani tra i peggiori nei test Invalsi e degli 80.000 supplenti delle nostre scuole.

Le castronerie di Fioramonti che sproloquia su Eni. Ci sarebbe da ridere, se non fosse che è ministro

scarica l’articolo

leggi l’articolo

vei al sito

Luigi BobbaFrottole e petrolio
Leggi...