Chi aiuta il terzo settore? Tre proposte per usare soldi che ci sono già

In una crisi economica come quella causata dal Coronavirus le organizzazioni non profit hanno meno riserve per restare in piedi. Su Vita gli interventi di Gabriele Sepio, Carola Carazzone e Luigi Bobba

leggi l’articolo di Stefano Trasatti su Vita.it del 16 marzo 2020

https://twitter.com/CSVnet/status/1239843164845989888

 

Luigi BobbaChi aiuta il terzo settore? Tre proposte per usare soldi che ci sono già
Leggi...

Bobba: due proposte per dare ossigeno al Terzo settore

Ricuperare le risorse “dimenticate” del 5 per 1000 e sbloccare quelle “congelate” per le imprese sociali. Partiamo da qui per dare fiato a un comparto che rischia il collasso. L’intervento dell’ex sottosegretario al Welfare

La ministra Nunzia Catalfo ha annunciato che nel decreto del Governo per sostenere famiglie e imprese saranno ricompresi tra i destinatari di interventi di Cassa integrazione anche le persone che operano alle dipendenze di Enti del Terzo settore. E’ una misura importante ed urgente per evitare che i danni di questa drammatica crisi si scarichino proprio su quelle organizzazioni e su quelle persone che rappresentano un presidio di solidarieta’ e un motore di inclusione sociale. Garantire le attività di interesse generale degli enti non profit diventa uno degli obiettivi primari per consentire di proseguire senza soluzione di continuità il sostegno alle fasce piu fragili della popolazione, le prime che si ritroveranno a subire le conseguenze economiche dell’emergenza. Per fare questo occorre rapidamente trovare fondi per mantenere il livello di operatività dell’intero comparto sociale.

leggi il resto del mio articolo su Vita.it del 15 marzo 2020

 

 

Luigi BobbaBobba: due proposte per dare ossigeno al Terzo settore
Leggi...

Emergenza sanità ed economia: serve una doppia mobilitazione

Caro direttore, quando si parla di coronavirus, il pensiero deve andare anzitutto alle vittime, ai pazienti, alle loro famiglie e a chi sta operando negli ospedali e nei laboratori per alleviare le sofferenze e trovare le cure. Tuttavia, anche gli effetti economici sono macroscopici: hanno colpito anzitutto l’economia cinese, ma stanno avendo ripercussioni sull’economia globale. Drammatico è l’impatto su turismo, viaggi e beni di lusso. In Italia l’emergenza sanitaria investe in particolar modo il turismo e i centri produttivi del Paese: Lombardia e Veneto valgono 30% del Pil nazionale. Le stime di crescita sono riviste al ribasso da banche e analisti. Dopo una fine 2019 molto debole, l’entrata del Paese in recessione sembra, purtroppo, molto probabile. Il governo ha già preso misure per le aree direttamente colpite e ne sta studiando altre a più ampio respiro.

leggi il resto della lettera di Alberto Baban, Orlando Barucci e Fabrizio Pagani al Corriere della Sera su ItalyPost di Mercoledì 4 Marzo 2020

scarica l’articolo del Corriere della Sera del 4 Marzo 2020

Luigi BobbaEmergenza sanità ed economia: serve una doppia mobilitazione
Leggi...

L’emergenza. L’appello delle donne: subito corridoi umanitari per i bambini di Samos

La richiesta alla ministra Lamorgese di 200 tra deputate nazionali ed europee (soprattutto Pd), esponenti dell’associazionismo e dei sindacati

Un corridoio umanitario per sottrarre i bambini soli e le mamme dall’inferno del campo profughi di Samos, nel mar Egeo, dove a fronte di 700 posti disponibili vivono 2.500 persone, di cui 500 sono bambini “afflitti da carenza di acqua, cibo, riscaldamento nonché da una preoccupante diffusione di tendenze suicide”; è la richiesta contenuta in una lettera-appello inviata alla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese e firmata da oltre 200 donne.

Leggi l’articolo su Avvenire del 3 marzo 2020

 

Luigi BobbaL’emergenza. L’appello delle donne: subito corridoi umanitari per i bambini di Samos
Leggi...

Rinviato a data da destinarsi l’incontro con il vice Ministro dell’Economia Antonio MISIANI

Dato il protrarsi delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 diramate dalle autorità pubbliche in materia, si è reso necessario rinviare a data da destinarsi l’incontro con il vice Ministro dell’Economia Antonio MISIANI, già programmato per il 2 marzo e riprogrammato per lunedì 9, al Parlamentino dell’Ovest Sesia in via Duomo 2 a Vercelli.

Appena possibile, informerò sulla riprogrammazione dell’evento.

Grazie

 

Luigi BobbaRinviato a data da destinarsi l’incontro con il vice Ministro dell’Economia Antonio MISIANI
Leggi...

Esenti da imposte le merci donate al Terzo settore

Un importante provvedimento che dà applicazione ad una delle norme della riforma del Terzo settore

Via libera alle detrazioni e alle deduzioni per chi effettua cessioni gratuite di beni al Terzo settore. Se per le erogazioni in denaro le agevolazioni erano già partite lo scorso 1° gennaio 2018, per gli altri beni si attendeva un decreto attuativo. Con la pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale» del DM 28 novembre 2019, l’art. 83 del DLgs. 117/17 (Codice del Terzo settore o Cts) diviene pienamente operativo e dovrebbe incentivare pratiche virtuose per il reimpiego di beni inutilizzati o destinati allo smaltimento. L’agevolazione si rivolge sia a privati che alle imprese, anche se per queste ultime, come vedremo, la misura principale (e spesso preferibile) resta quella introdotta dalla legge antisprechi.

Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi, Gabriele Sepio, pag. 31

Luigi BobbaEsenti da imposte le merci donate al Terzo settore
Leggi...