Da Lauricella a Bebe Vio, ecco chi sono gli influencer che raccontano la disabilità

“Negli Stati Uniti il 98% delle aziende pensa che l’inclusione sia importante, ma meno del 4% include la disabilità nei piani d’azione. Il monito è stato lanciato dall’ex CEO di Unilever Paul Polman, oggi impegnato nell’innovazione sociale, in una recente intervista al network americano CNBS. «Il tema della disabilità è troppo grande per essere affrontato soltanto da governi o enti di beneficenza. Abbiamo bisogno di un’alleanza più trasversale e inclusiva con i brand», ha dichiarato l’attivista irlandese Caroline Casey. Oggi sul Sole24Ore nella pagina #marketing insieme a Fabio Grattagliano racconto lo storytelling della disabilità per l’inclusione e contro l’abilismo con la classifica dei dieci testimonial più seguiti sui social realizzata dall’osservatorio Alkemy-Sole24Ore. intervista a Matteo Menin e Carlo Boccazzi Varato.” Giampaolo Colletti

leggi l’articolo di di Giampaolo Colletti e Fabio Grattagliano su Il Sole 24 Ore del 28 novembre 2020

 

 

Luigi BobbaDa Lauricella a Bebe Vio, ecco chi sono gli influencer che raccontano la disabilità
Leggi...

Una nuova prospettiva sulla Global Inclusion con gli ospiti della plenaria l’11/09 a Bologna

Uno spazio di responsabilità sociale per imprese, associazioni non profit, istituzioni, scuole e università che scelgono una strategia integrata di comunicazione interna, esterna ed employer branding sull’inclusione. Etica e crescita economica si fondono in un progetto aperto al futuro.

Luigi BobbaUna nuova prospettiva sulla Global Inclusion con gli ospiti della plenaria l’11/09 a Bologna
Leggi...